0 Flares 0 Flares ×

Doveva essere un’apparizione a sorpresa, ma nelle ROM non c’era abbastanza spazio per far visualizzare lo speciale easter egg.

Jobs aveva chiesto ad uno dei più geniali programmatori software del Macintosh (per la verità l’unico presente a tarda ora, quando il co-fondatore di Apple arrivò in ditta con quell’irrefrenabile idea), Hertzfeld appunto, di mettere in Macintosh un’estremizzazione degli “easter egg” (funzioni a sorpresa): Mister Macintosh sarebbe dovuto spuntare fuori in modo assolutamente casuale sullo schermo del Macintosh, senza che l’utente potesse avere il controllo su questa apparizione.

Con tutti i problemi che aveva Hertzfeld di concludere il suo lavoro, Mister Macintosh non si è mai visto sugli schermi (nonostante la realizzazione del disegno di un personaggio con cappello ed impermeabile da parte dell’artista belga), ma in compenso è impresso senza troppa pubblicità nel primo computer desktop con maniglia.

La scheda ingrandita la potete osservare cliccando qui.

Via | SetteB

Written by ilaria giannattasio

31 anni, Creativa, Geek, appassionata di Tecnologia, Design, Musica e Arte. Sempre circondata da gingilli tecnologici. Vive a Roma, nella vita conosciuta come Graphic/Web Designer. Tech-Blogger dal 2007.