1 Flares 1 Flares ×

foto-copertina-praga

Prima di visitarla tutti me la descrivevano come una città magnifica, ebbene mi sento di confermarlo: Praga è una città magica! per tutti quelli che non l’hanno visitata, ovviamente consiglio di farlo non appena se ne ha possibilità.

Cercherò in questo articolo di persuadervi condividendo in primis alcune impressioni, considerazioni e poi cercherò di darvi alcuni consigli pratici su come muoversi“consigli mangerecci” e cosa vale davvero la pena vedere a Praga.

Inoltre condividerò con voi alcune istantanee scattate sia da smartphone (da Instagram) che da Reflex! :-D

Iniziamo!

Per il volo aereo e l’hotel ho deciso di acquistare un “pacchetto tutto copreso” trovato su Expedia che comprendeva biglietti andata e ritorno con la compagnia Low Cost Spagnola Vueling e il soggiorno in Hotel per 6 notti dal 22 al 28 Agosto.

Cambio moneta a Praga.

Atterrata, dopo un viaggio di 2:10 da Roma Fiumicino, la prima cosa che ho fatto è prelevare 1000 CZK all’ATM (sì, Praga pur essendo Europea usa la Corona come moneta), molti sconsigliano di prelevare in aeroporto ma vi assicuro che il tasso di cambio è identico in tutta la città.

Unica eccezione per gli sportelli “Exchange” che non prevedono commissioni, affidando il loro guadagno alla sola differenza dal cambio ufficiale (al momento in cui vi scrivo il cambio a Praga è di 1 € per 27 CZK).

corone-praga

Muoversi con i mezzi pubblici a Praga.

Per quanto riguarda i mezzi pubblici a Praga ho deciso di acquistare un abbonamento da 3 giorni (al costo di 310 Corone).

E qui il primo consiglio: visto che Praga non è poi così enorme, fare abbonamenti di 3 giorni a mio avviso non conviene. Io infatti ho scelto di muovermi i primi tre giorni con abbonamento, per poi decidere di acquistare soltanto biglietti singoli per i restanti 2 giorni e soltanto uno da H24 per l’ultimo giorno che ho sfruttato per il collegamento che va da Praga all’aeroporto e per gli ultimi giri in città.

C’è da dire che l’albergo in cui ho alloggiato in questi 6 giorni, situato vicino Náměstí Míru era distante soltanto 20 minuti a piedi dal centro della città (Můstek), rendendomi possibili gli spostamenti senza l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Un biglietto singolo costa 24 Corone e dura 30 minuti. Ma vi assicuro che in 30 minuti si attraversa la città, per cui vi basterà il biglietto da 24 Corone per andare da una parte all’altra di Praga. Mentre i giornalieri costano 110 Corone per una durata di 24 ore dal momento in cui timbrate.

Dormire a Praga.

Per prima cosa ho deciso di lasciare i bagagli all'”Hotel Galileo” che ho scelto per il soggiorno e che mi sento di recensire positivamente. Stanza enorme, con pochi fronzoli ma con un servizio impeccable.

Ad accogliermi alla Reception un simpatico Italiano, che ci ha accompagnati alla stanza. La colazione a Buffet era inclusa nel prezzo (cosa non da poco). Ho potuto infatti assaggiare le loro deliziose colazioni alternando “Dolce e Salato” ogni mattina fra colazione tradizionale italiana e quella salata di Praga.

colazione-praga

Unico prezzo aggiuntivo è stata la “tassa di soggiorno finale” di pochi euro (circa 3) richiesta al momento del Checkout dall’Hotel, che a quanto pare alcuni includono nel prezzo e altri no.

Il soggiorno in questo albergo è stato molto gradevole. Se cercate un hotel dove dormire a Praga spendendo poco ve lo straconsiglio! anche per la sua posizione strategica.

Cosa vedere a Praga?

Premetto che sicuramente qualcosa la salterò, anche per non dilungarmi troppo, infatti se avete qualche consiglio voi che ci siete già stati sarà ben accetto nei commenti.

Iniziamo con alcune info sulla città: Praga (in ceco Praha) è la capitale la più grande città della Repubblica Ceca. Centro politico e culturale della Boemia e dello Stato ceco per oltre 1100 anni, tra il XIV e il XV secolo fu anche capitale del Sacro Romano Impero. Tra i suoi soprannomi vanno ricordati “La madre delle città” (Praha matka měst in ceco), “Città delle cento torri” (Stověžatá Praha in ceco) e “Città d’oro” (Zlaté město in ceco) Capitale della Cecoslovacchia dal 1918 al 1939 e dal 1945 al 1992, Praga è un centro culturale e turistico di fama mondiale.

Praga, situata sul fiume Moldava (Vltava), conta approssimativamente 1,3 milioni di abitanti.

Il clima d’estate è piacevolmente mite (o almeno io sono stata così fortunata da beccare una temperatura quasi primaverile pur essendo ormai in estate inoltrata).

La prima impressione che si ha, o almeno la mia prima impressione è stata quella di una città incantata, fiabesca, fuori dal tempo. Con i suoi tetti spioventi. La sua atmosfera un po’ dark e gotica e la cattedrale dalla vetta “scura” che sovrasta la pittoresca città.

Praga timelapse #praga #prague #instaprague #instagood #instalike #guide #summer #timelapse #sunset #instacool

Un video pubblicato da @ilarialab in data:

Vi elenco le mie tappe in ordine cronologico:

La piazza dell’orologio (Staroměstské náměstí)

Ho iniziato la mia visita con “la piazza” più bella di Praga, che si trova proprio nella Città Vecchia.

L’Orologio Astronomico di Praga, in ceco Staroměstský Orloj (Orologio della città vecchia), è un orologio astronomico medievale montato sul lato sud del municipio della Città Vecchia, e rappresenta una delle attrazioni più turistiche della città.

In questo viaggio mi son trovata svariate volte di passaggio per questa piazza, dove ho anche avuto modo di poter godere dello “spettacolino di marionette” che l’orologio astronomico offre allo scoccare di ogni ora.

Ognuna di queste marionette rappresenta i vizi capitali: lo scheletro simboleggia la morte, il turco la lussuria, il personaggio con lo specchio impersona la vanità e il viandante con la borsa (in origine un usuraio ebreo, sostituito dopo la seconda guerra mondiale) rappresenta l’avarizia. Allo scoccare dell’ora lo scheletro suona una campana tirando la fune con la mano destra e capovolge la clessidra che ha nella sinistra, mentre il turco, l’avaro e il lussurioso fanno no con la testa; a questo punto esce il corteo con i dodici apostoli (11 apostoli più San Paolo) che, a coppie di due a due, si inchinano alla folla, Le finestre che fanno uscire le statue si aprono contemporaneamente. La prima figura ad uscire dalla finestra sulla destra è San Paolo (con in mano un libro e una spada), seguito da Tommaso (con una lancia), Giuda che porta un libro, Simone con una sega e Bartolomeo con un libro. Mentre nella seconda finestra, escono Pietro (recante una chiave), Matteo con un’ascia, Giovanni con un serpente, Andrea e Filippo con una croce e Giacomo con una mazza, alla fine dello spettacolo il gallo, sopra le finestre dell’orologio canta l’ora suonata.

piazza-dellorologio-praga

Ponte Carlo (Karlův most)

Il ponte Carlo è uno storico ponte in pietra che attraversa la Moldava, situato nella città di Praga, e collega la Città Vecchia al quartiere di Malá Strana ed è uno dei luoghi più famosi della Repubblica Ceca.

Ponte Carlo è molto frequentato dagli artisti di strada durante tutto l’anno e, a metà percorso, è possibile trovare la famosa statua che se sfiorata porta fortuna.

Inoltre consiglio di costeggiare il lungo-fiume quando possibile per trovare alcuni locali allestiti sui traghetti e per ammirare i numerosissimi cigni che popolano la Moldava.

Malá Strana

Malá Strana è uno dei più antichi quartieri della città.
Vi consiglio di farvi una passeggiata in questa zona: vi troverete a percorrere i sentieri senza un ordine preciso… ognuno vi trasporterà verso uno spettacolo nascosto.

mala-strana-praga

Castello di Praga (Pražský Hrad)

Altra tappa obbligatoria è rappresentata dal castello, che sorge su una delle nove alture su cui si sviluppa la capitale ceca e fu il primo nucleo abitato della città.

Il Castello di Praga ha attraversato uno dei suoi momenti di massimo splendore durante il regno di Carlo IV (1346-1378) quando divenne sede del Sacro Romano Impero. Il Palazzo Reale venne riedificato, le fortificazioni rafforzate e fu dato inizio alla costruzione della Cattedrale di San Vito seguendo lo stile delle cattedrali gotiche francesi di quel tempo.

Cattedrale di San Vito (Pražský Hrad)

Preparatevi ad una lunga e faticosa salita… ma lo sforzo una volta in cima sarà ripagato inizialmente dal panorama mozzafiato su Praga e in seguito dalla cattedrale.

Sul castello infatti sorge l’imponente cattedrale Gotica di San Vito che è visibile praticamente da ogni luogo di Paga, e rappresenta il simbolo spirituale dello Stato ceco.

La sua costruzione durò quasi 600 anni e si concluse definitivamente solo nel 1929.

Al suo interno inoltre è possibile ammirare le colorate vetrate, una delle quali realizzata da Alphons Mucha (1860-1939, principale esponente dell’Art Nouveau) eretta all’interno della sacrestia dell’ala Est, destinata alle spoglie dei vescovi cechi vissuti nel XX Secolo.

cattedrale-san-vito-praga

Vicolo d’oro (Zlatá ulička)

Il Vicolo d’Oro è una celebre stradina di Praga, situata nell’area del Castello e caratterizzata da una fila di bassi edifici variopinti, che furono costruiti inizialmente per ospitare le 24 guardie dell’imperatore Rodolfo II d’Asburgo e le relative famiglie.

Nella via risiedettero, per un breve periodo, anche famosi scrittori, quali Franz Kafka (dal 1916 al 1917) e Jaroslav Seifert.

Oggi nelle casette che vi si affacciano sulla verde vallata sono stati ricostruite dimore popolari simili a quelle che vi si trovavano fino al 1956, anno in cui gli ultimi residenti del vicolo furono trasferiti in altre abitazioni oltre che diversi negozi di souvenir.

Molto suggestiva è la casa dell’alchimista che cercava di tramutare il ferro in oro per Rodolfo II d’Asburgo e di produrre la pietra filosofale e degli elisir di lunga vita.

vicolo-doro-praga

Vecchio Palazzo Reale (Starý královský palác)

Il vecchio palazzo reale fu sede di principi e di re boemi. Venne costruito sui resti di un palazzo romanico. L’ingresso al palazzo fa parte della visita guidata del Castello di Praga.

Torre delle polveri (Prašná brána)

La torre delle Polveri è situata nella Città Vecchia di Praga, precisamente nella zona nord-orientale. Fu costruita nell’XI secolo e, a quell’epoca, ed era una delle tredici porte che circondavano il centro della città di Praga. Alta 65 metri La Torre delle Polveri, un tempo veniva utilizzata come deposito della polvere da sparo, questa porta era l’inizio della via dei re e nobili attraverso il quale passava il corteo dell’incoronazione dei re boemi.

Consiglio di visitare questa porta di sera, l’illuminazione la rende ancor più maestosa e suggestiva.

torre-delle-polveri-praga

Piazza San Venceslao (Václavské náměstí)

La piazza più affollata di Praga è la destinazione ideale per gli amanti dello shopping o per tutti quelli che desiderano vivere la vita notturna della città. La piazza è considerata da sempre il principale luogo di incontro di Praga, utilizzato per manifestazioni pubbliche e celebrazioni.

Vyšehrad

Questo che vi segnalo è un luogo meno turistico, ma che vale assolutamente la pena visitare. La tradizione di questo posto misterioso è legata a leggende raccolte da Alois Jirásek nel suo libro di antiche leggende ceche.

Si potrà salire fino in cima per godere del panorama sul fiume e per trascorrere ore di relax nei suoi curati giardini.

Casa Danzante (Tančící dům)

Infine non potete dimenticare di fare almeno uno scatto alla Casa Danzante.

Nota anche come “Ginger e Fred” è contornata da edifici sette-ottocenteschi, ed ha una forma decisamente originale che incarna l’idea di riscatto della città, il suo desiderio di uscire dal passato e osare, parlando un linguaggio nuovo, che va contro gli schemi.

casa-danzante-praga

Roba da nerd a Praga.

Ovviamente non posso evitare di tenervi segrete anche le varie tappe nerd che ho scovato… :-D

Allora, dentro il centro commerciale Palladium (che si trova vicino la fermata metro Náměstí Republiky) potete trovare trovare un “Comic Point“, che non sarà come un Forbidden Planet di Londra, ma vanta comunque una vasta scelta di fumetti. Se seguite DC e Marvel, questa è sicuramente la vostra Mecca a Praga. Oltre i fumetti si può trovare dell’oggettistica varia come pupazzetti Pop Funko e miniature varie; vale la pena curiosarci anche se come prezzi li ho trovati simili a quelli che è possibile trovare nelle fumetterie italiane. Di Comic Point ve ne sono quattro in tutta Praga (qui trovate gli indirizzi).

Se siete appassionati di giochi in scatola invece… in Piazza Venceslao 38 si può trovare “HRAs Giochi & Puzzle” il più grande negozio di giochi e puzzle in Repubblica Ceca, strazeppo di giochi in scatola con titoli di nicchia e giocattolini in legno, rompicapo, cubi di rubik di ogni forma, colore etc etc… il paese dei balocchi per nerd insomma.

Inoltre sempre in zona del Palladium è possibile trovare una serie di mercatini dove trovare oggettini di metallo (come questo o questiforgiati con incudine e martello, come si faceva in antichità (qua potete ammirare “Metal Man” in azione). :-D

Sempre sulla Venceslao inoltre c’è “Hamleys“, (che se siete stati a Londra non vi risulterà nuovo) il paradiso Lego per grandi e per piccini.

Girovagando per Praga, ci si può imbattere nell’ Apple Museum (in via Husova 2), dove è possibile trovare tutti i prodotti Apple lanciati sul mercato dal 1976 al 2012 insieme ad altre curiosità per gli appassionati, come uno dei 100.000 Apple Lisa.

apple-museum-praga

Cosa mangiare a Praga?

Non dimenticate di Assaggiare il Gulash (che vi consiglio di mangiare al ristorante tipico V Kolkovne o al Klub Lávka ), bere litrate di birra scura Pilsner uRquell.

Mangiare un manicotto di Boemia (Trdlo o Trdelnik) farcito (o non) che potete trovare in ogni angolo della città.

Inoltre per un pasto al volo vi consiglio l’ultimo piano del Palladium: dove si possono trovare ristoranti, pizzerie, paninoteche, un sushi kaiten e un Mongolian BBq.

manicotto-di-boemia

State ancora titubando? cosa aspettate ad organizzare un viaggio in questa sfarzosa città d’arte piena di colori che incanta con le luci diurne e strega al chiarore di luna? 

Avete dei consigli da darmi per il mio prossimo viaggio? voi come l’avete trovata?

Vi lascio con questo link che contiene una carrellata di foto di Praga scattate con la reflex.

moldava-cigni-praga

 

Written by ilaria giannattasio

31 anni, Creativa, Geek, appassionata di Tecnologia, Design, Musica e Arte. Sempre circondata da gingilli tecnologici. Vive a Roma, nella vita conosciuta come Graphic/Web Designer. Tech-Blogger dal 2007.