Spiga: il laptop più piccolo al mondo by Sagem

Sagem ha di recente presentato Spiga, un nuovo smartphone/pocket pc veramente unico dal design elegante e sottile.

Spiga è dotato di uno schermo touchscreen da  4,8 pollici con risoluzione 1024 x 768 pixel ed una webcam da 1,3 megapixel. Ha una tastiera Qwerty da 56 tasti (come un normale pc) che permette la digitazione rapida anche con due mani, un processore Intel Atom e OS Windows XP, può quindi far girare i software più comuni come World, Excel, Outlook…

Sagem è dotato inoltre di connettività WIFI, 3G, HSPA per restare sempre connessi ad Internet e Bluetooth per lo scambio veloce dei file, lettore di Sim Card, porta mini USB 2.0 e una memoria SD interna da 8 Gb (espandibile fino a 16 GB tramite Micro SD).

Le dimensioni sono ridotte  (158 x 94.1 x 18.6) e pesa soltanto 315 grammi.

Sagem Spiga sarà sugli scaffali tecnologici italiani a partire da gennaio 2010 e potrà essere acquistato ad un prezzo di 500 Euro circa.


Article Tags:
· · ·
Article Categories:
Hi-Tech
1.550

33 anni, Creativa, Geek, appassionata di Tecnologia, Design, Musica e Arte. Sempre circondata da gingilli tecnologici. Vive a Roma, nella vita conosciuta come Graphic/Web Designer. Tech-Blogger dal 2007.

Comments

  • Bellissimo!

    Daniele Campogiani 2 dicembre 2009 15:21
  • L’avevo già visto sul web marchiato UMID, mi pare marca coreana… Carino non c’è che dire… Da provare..

    Romeo 2 dicembre 2009 23:46
  • Fico questo giocattolino! 😀

    TheNorba 3 dicembre 2009 10:31
  • Confermo, è un UMID rimarchiato e venduto pure un po’ troppo caro.
    Carino è carino ma raggiunte queste dimensioni forse è meglio pensare ad uno smartphone. Ad ogni modo servirebbe un sistema operativo ad hoc che permetta di svolgere solo alcune funzioni e poter lavorare più facilmente.
    Credo che il limite per un netbook sia 7″ verso il basso e 10″ verso l’alto: più sotto ci sono gli smartphone e sopra i CULV e poi i notebook.

    ZBrando 3 dicembre 2009 15:53
  • Pingback: Letture quotidiane - Leggetevi questi – 24 December 2009

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *