Come costruire una lampada in carta di riso (stile nipponico)

Leggendo il blog youkosoitalia.net , un blog davvero carino.. “un ponte virtuale tra Giappone ed Italia“; trovo questo articolo che spiega come costruirsi una lampada in stile nipponico con la carta di riso.

Questo modello è stato originariamente creato dal designer origami Tomoko Fuse e può essere utilizzato come un lampadario o per altri progetti di casa.

Avrete bisogno di:

1. Pezzo di carta (di riso) medio-pesante formato 14 “(35 cm) x 22″ (55 cm)

2. Nastro adesivo a doppia faccia (per chiudere a 360° la carta)

3. Base lampada con presa elettrica (stile ikea)

4. Lampada o porta candela di vetro

5. Spray ignifugo o ritardante fuoco (vernice) (prevenzione fuoco)

Bene.. una volta che vi siete procurati tutto questo… piegate il foglio di carta di riso secondo lo schema riportato qui sotto e unite la carta (a tubo) con il nastro adesivo:

Oggettino davvero originale no?!

Io ho intenzione di costruirmene una al più presto!


Article Tags:
· · · · ·
Article Categories:
Altro · Curiosità
1.550

33 anni, Creativa, Geek, appassionata di Tecnologia, Design, Musica e Arte. Sempre circondata da gingilli tecnologici. Vive a Roma, nella vita conosciuta come Graphic/Web Designer. Tech-Blogger dal 2007.

Comments

  • Ahhh..
    GRAZIE
    molto per averci segnalato!!

    Complimenti per il tuo blog che seguiamo
    sempre.

    Gianluca & Kanako 29 marzo 2008 19:59
  • Ne sono onorata! Complimenti anche a voi! 🙂

    ILaRi@ 29 marzo 2008 23:15
  • :positive:

    Adorei,gostaria de saber aonde posso encontrar
    este material.
    Seu blog esta muito bom!!
    Achei bem original esta matéria.
    Gosto muito de artesanato é a minha terapia.
    Estou procurando tambem saber aonde posso comprar washi (tipo de papel japonês), e quem trabalha com este produto.

    Abraços,
    San

    Sandra 3 novembre 2008 18:23
  • cavolo davvero carino il blog.

    l’unica cosa che non ho capito è come fare a fissare la carta di riso ala struttura…
    E’ appoggiata o incastrata…

    Loris 2 settembre 2009 13:19

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *