7 Flares 7 Flares ×

coffee

Il caffè, miglior amico di ogni Designer, è sempre lì pronto ad aiutarci nei momenti di bisogno, durante la notte o in una fredda mattina.

Ma conoscete tutti gli effetti della caffeina sul cervello?

Fortunatamente la scienza può dirci tutto sugli effetti di questa magica sostanza.

1. Quella che potete ammirare nell’immagine in basso è la molecola della caffeina che è simile a quella dell’adenosina.

molecola-caffe

Di solito, quando i livelli di adenosina nel cervello e nel midollo spinale raggiungono certi valori, il corpo ci spinge verso il sonno, o perlomeno, ci consiglia di prenderla comoda.

La caffeina non fa altro che imitare il comportamento dell’adenosina, e si “pone gli stessi obiettivi” nel nostro cervello.

Ciò significa che la caffeina può bloccare l’effetto naturale di adenosina. Questo permette al cervello di lavorare senza impedimenti, e tenerlo vigile.

2.  La Caffeina ha questo aspetto se vista da un microscopio elettronico, e non è fatta di chicchi, ma di cristalli! :-D

La caffeina forma naturalmente piccoli cristalli, di 0,0016 pollici di dimensione circa.

cristalli-caffeina

La foto in alto immortala piccoli cristalli di caffeina uniti in una microscopica struttura astratta. Una piccola opera d’arte della natura. Bella vero?

Questa immagine ha vinto un premio di fotografia scientifica nel 2012 che aveva come obiettivo quello di mostrare in modo creativo “una cosa di tutti i giorni”, e devo dire che ha raggiunto egregiamente il suo scopo.

3. La mini-infografica, in basso mostra quali sono i momenti migliori della giornata per bere caffè.

Tutti noi siamo “guidati” da un ciclo biologico di 24 ore, noto come “Ritmo circadiano“.

Quando ci svegliano il cervello è già invaso dal “cortisolo”, una sostanza chimica naturale che aiuta a rimanere svegli.

Quindi, anche se si potrebbe sentire l’esigenza di un caffè, in realtà il nostro organismo non ne ha bisogno. Meglio aspettare fino al momento in cui i livelli di cortisolo scendono nel corso della giornata.

infograf-coffee

4. Ogni volata che si beve un sorso di caffè, ci vogliono 10 minuti più o meno perchè la caffeina faccia effetto.

Dopo appena 10 minuti, la concentrazione di caffeina nel sangue raggiunge la metà della massima concentrazione, il che è sufficiente per avere effetto. La caffeina raggiunge i massimi livelli, che ci rende più concentrati, dopo ben 45 minuti.

A seconda di quanto velocemente o lentamente il vostro organismo è in grado di metabolizzarla, si possono sentire gli effetti della caffeina da 3 a 5 ore.

coffee2

5. La caffeina ha effetti molto differenti sul cervello rispetto a quelli che ha bere birra.

beer-vs-coffee

6. Oltre alla caffeina, bere un caffè può avere molti altri effetti positivi sulla salute.

Questo perché il caffè contiene anche centinaia di composti diversi. Questi includono molti antiossidanti che proteggono il nostro corpo da sostanze chimiche dannose chiamate “radicali liberi“.Quest’ultime provocano l’invecchiamento e sono associate a malattie come il cancro e malattie cardiache. Alcuni studi del National Institutes of Health (NIH) dimostrano che i bevitori di caffè hanno un rischio ridotto di alcune malattie come l’Alzheimer, il Parkinson e il diabete.

C’è anche da portare in evidenza il fatto che molti bevitori di caffè sono anche forti fumatori, bevitori e mangiatori di carne rossa, tutte cose che sono dannose per la salute. Ciò significa che se volete che un caffè vi allunghi la vita, dovete evitare cattive abitudini per la vostra salute.

coffee-graph

7. Anche le api amano la caffeina.

caffeina-api

Ebbene sì! Anche le api conosciute come grandi lavoratrici… beneficiano degli effetti della caffeina.

Tipicamente, il nettare di un fiore della pianta di caffè contiene una quantità di caffeina pari a quella presente in una tazza di caffè istantaneo.

Nonostante il sapore amaro che ha la caffeina e il rischio di assumere una dose letale, le api continuano a raccogliere il nettare di queste piante a causa di una sorta di “caffeinismo”, fenomeno che si riscontra (in modo ovviamente differente) anche negli esseri umani dopo l’assunzione cronica di caffeina.

La dose massima per l’uomo adulto si aggira tra i 150/200 mg per chilogrammo di peso corporeo (l’equivalente di 80-100 tazzine), invece per gli insetti la dose mortale è molto più ridotta.

coffee-100cups

8. Il cervello può diventare morbosamente dipendente dalla caffeina.

La Caffeina aumenta la quantità di Dopamina, attivando così le sensazioni di benessere, tranquillità e piacere in certe aree del cervello, e la quantità di adrenalina, incrementando la disponibilità di energia e resistenza disponibili.

Questi meccanismi favoriscono in parte l’instaurarsi della dipendenza. Meglio perciò limitarsi alle due, tre tazzine di Caffè al giorno.

after-before-caffeinegif

9. La caffeina può anche effetti collaterali…
Interromperne improvvisamente l’assunzione può causare mal di testa, che può durare fino a nove giorni. Per questo, a chi vuole eliminarla, i medici raccomandano la riduzione del consumo graduale in almeno quattro settimane.

coffee-collateral

10. La caffeina è la peggiore droga per i ragni.

Nel 1995 la NASA ha testato l’effetto di diversi farmaci sui ragni e la loro capacità  di tessere ragnatele.

Come potete osservare il risultato è abbastanza sorprendente! I ragni non possono metabolizzare la caffeina, in questo modo sono più colpiti da tale sostanza rispetto ad altre droghe!

spider-coffee

Written by ilaria giannattasio

31 anni, Creativa, Geek, appassionata di Tecnologia, Design, Musica e Arte. Sempre circondata da gingilli tecnologici. Vive a Roma, nella vita conosciuta come Graphic/Web Designer. Tech-Blogger dal 2007.